Serie D. Il Finale batte un colpo, con la Sanremese è 1-1

Da domani bisogna cambiare musica“. Questo il monito di mister Buttu alla vigilia della sfida di ieri all’Unione Sanremo. Un invito raccolto, a quanto è parso ieri, dalla squadra giallorossoblu, che contro i matuziani raccoglie un punto che permette di mantenere lo stesso passo della Rignanese e tenere a distanza lo Scandicci, annullatesi a vicenda nel derby fiorentino.

Voglia di sorprendere e di non ripetere gli errori del passato. E’ così che comincia la domenica del Finale, deciso a partire con tutt’altro piglio rispetto alla precedente sfida di campionato. Passano appena cinque minuti e già cambia il punteggio: Figone supera Anzaghi e mette in mezzo un cross su cui Salvalaggio è incerto, la palla arriva a Genta che senza pietà batte l’estremo ospite. Ci mette qualche minuto la formazione sanremese a capire come aggirare la difesa di casa, così al quarto d’ora Taddei ci prova con un tiro da fuori area che mette i brividi a Porta ma sfiora il palo e termina fuori.Negli ultimi venti minuti del primo tempo è la squadra di mister Lupo, squalificato e sostituito da Gianni Brancatisano, a rendersi pericolosa con Lauria, che al 24′ manda a lato la sfera dopo aver eluso l’intervento di De Benedetti e al 39′ calcia alto dopo aver sorpreso la difesa di casa.

Nella ripresa subito tre cambi per i matuziani ma è ancora il Finale ad avere per primo le migliori occasioni da rete, con uno scatenato Genta che al 50′ sfiora soltanto la sfera con la testa e al 52′ trova una grande risposta dell’estremo ospite, bravo a deviare in corner il tocco sotto porta del numero dieci finalese. Gli ospiti non si rassegnano, crescono in possesso palla e al 61′ trovano il pareggio, grazie ad un discusso calcio di rigore. Cacciatore atterrato in area da Capra, l’arbitro Prior indica il dischetto e Lauria non perdona Porta, che intuisce ma non riesce a bloccare. Da quel momento in avanti le occasioni da rete lasciano spazio nella cronaca ai provvedimenti disciplinari, con  due espulsioni per somma di ammonizioni a Scarrone (62′) e Conti (92′), fatta salva un’occasionissima negli ultimi minuti di gara griffata da Vittori. In pieno recupero l’attaccante evita in slalom i difensori ospiti e serve Roda, che, indisturbato, non arriva per pochissimo sulla sfera ed evita la capitolazione per i biancazzurri.

Un punto che porta la formazione finalese a quota 30 e restituisce al proprio tecnico e ai tifosi una squadra tutta cuore, grinta e che sa esprimere un gioco gradevole, in vista del prossimo importante impegno in trasferta sul campo del Viareggio.

Per la cronaca minuto per minuto vai su SV Sport (clicca qui)


IL TABELLINO

FINALE (4-4-2): Porta; Conti, Scarrone, De Benedetti, Ferrara; Figone (86′ Scalia), Saba, Lala, Genta (79′ De Martini); Capra (86′ Roda), Virdis (68′ Vittori).
A disposizione: Bozzo, Visani, Maiano, Buonocore, Piu.
Allenatore: Pietro Buttu.

SANREMESE (4-3-1-2): Salvalaggio; Bregliano, Cacciatore, Castaldo, Anzaghi; Boldini (45′ Colantonio), Taddei, Rotulo (85′ Bozzi); Gagliardi (45′ Costantini); Lauria (79′ Caboni), Jawo (45′ Lo Bosco).
A disposizione: Pronesti, Barka, Magrin, Negro.
Allenatore: Giovanni Brancatisano.

Arbitro: Filippo Prior di Ivrea

Ammoniti: Saba (F), Bregliano, Taddei (S)
Espulsi: Scarrone, Conti (F)