Giovanissimi 2005, vittoria casalinga contro il Cengio e Savona all’orizzonte. Mister Decessi: “Dobbiamo giocare senza paura”

Due vittorie casalinghe e un recupero da giocare: questo è l’inizio dei Giovanissimi 2005 nel campionato provinciale, una buona partenza da 6 punti che fa ben sperare in un’annata positiva.

Mister Roberto Decessi può quindi ritenersi soddisfatto: “Sono contento per queste due vittorie, specialmente per il buon gioco espresso dai ragazzi in entrambi gli incontri: sono un bel gruppo e come tale è importante trovarsi bene anche in campo, sono convinto che continuando così l’intesa salirà sempre di più” Però il tecnico finalese vuole che l’attenzione sia sempre al massimo, visto il lungo percorso da imboccare: “Ci vuole calma – mette in guarda Decessi – dobbiamo pensare a noi senza mai commettere l’errore di guardare la classifica, quella va consultata a fine campionato quando i giochi sono ormai fatti”.

Tra i ragazzi, tutti volenterosi e con carattere, spicca il nome di Chadrac Querce. Arrivato dal Cuneo quest’estate, il giovane attaccante è stato decisivo già in parecchie occasioni, anche negli Allievi 2004 di mister Porzio. Sembra che Decessi abbia trovato in Querce un’arma in più: “È un ottimo elemento – dice il mister – ha ottime qualità: bravo con i piedi, veloce ed è tosto caratterialmente. Se lavorerà sempre con lo stesso spirito credo proprio che sarà un ottimo prospetto per il futuro, dipende tutto dal ragazzo”.

Domani ci sarà il recupero della seconda giornata, che vedrà impegnati i giallorossoblu a Savona contro gli striscioni: “Noi ci prepariamo come tutte le altre partite, sapendo che andremo ad affrontare una squadra la cui società ha sempre delle ottime leve e cercheranno di fare bella figura, malgrado siano fuori classifica. Dobbiamo giocare senza paura, fare la nostra partita cercando sempre di esprimere il nostro gioco indipendentemente dall’avversario: senza pressioni e senza pensieri”.