Allievi 2003, Graziano tra analisi e gratitudine: “Con più attenzione arriveranno presto i tre punti” “Intili persona fantastica”

Altro punto in saccoccia per gli Allievi 2003, stavolta conquistato in trasferta contro l’Ospedaletti. I ragazzi di mister Intili vengono da tre pareggi consecutivi e, nonostante il momento positivo e l’aumento di entusiasmo, sono ancora a caccia della prima vittoria nel Campionato Regionale.

Stavolta, ad analizzare la partita ed il momento della squadra, non c’è mister Intili ma Francesco Graziano: vice del tecnico borghettino e al primo anno in giallorossoblu. Il pareggio di Ospedaletti va visto come un risultato positivo, che lascia però un po’ l’amaro in bocca: “È stata una partita più ostica di quello che si pensasse – confessa Graziano – siamo partiti male, sotto 2-0 i primi 20 minuti e quindi in una situazione di rincorsa, come spesso succede; probabilmente pecchiamo di concentrazione nei minuti iniziali della gara, siamo riusciti a pareggiare e credo che meritassimo anche qualcosina di più, ma quella frazione di gioco iniziale persa ci condanna sempre. Questo è ciò che dobbiamo migliorare, sono sicuro che con più attenzione arriveranno presto i tre punti e ci sbloccheremo definitivamente”.

Le prestazioni dei giovani giallorossiblu sembrano essere sempre più in crescendo: “I ragazzi sono migliorati molto in queste due partite – giudica Graziano –  probabilmente ha influito anche il cambio di modulo che dà un po’ più di copertura e, allo stesso tempo, permette di trovare con più facilità gli attaccanti. Nelle prime partite di campionato non abbiamo giocato male, tranne la partita contro il Ceriale, però si creava e si segnava poco; ora l’impegno dei ragazzi si vede sempre di più e ci stiamo preparando per la partita casalinga di domenica contro l’Arenzano, dove cercheremo di prendere i primi 3 punti per continuare a migliorare sempre di più”.

In un duo la stima reciproca è fondamentale e, dalle parole di Francesco, si capisce quanto Gianluca Intili sia una persona molto importante per lui: “Se sono qui al Finale è tutto merito suo, mi ha fatto appassionare ancora di più a questo sport – confida Graziano – trascinandomi con il suo entusiasmo ed il suo bellissimo carattere. È una persona fantastica e lo voglio ringraziare di cuore per quello che mi sta insegnando, oltre a quello che mi sta facendo vivere con i ragazzi e con tutto l’ambiente giallorossoblu”.